Giorgio  Benedetti

Home page Biografia StampeCartolineNewsContatti

 

Motoring art

Le Mans

 
      
Home

News

Biografia

Galleria Le Mans

Galleria F1

Galleria Moto

Varie

Riconoscimenti

Link utili

Stampe

Cartoline

 

Contattami

 

 

Contattami

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Le auto inglesi hanno contribuito alla storia delle corse.
In particolar modo ,la 24 di LeMans.

Nel caso specifico, la MG.Questo dipinto in B/N è un omaggio a due epoche distinte : gli anni 60 ed il ritorno nel 2002.


Nel 1961 la Ferrari propone un esemplare che farà storia..
La 250 GT  sperimentale , guidata dalla coppia  G. Baghetti  - F.Tavano, non ebbe fortuna alla 24 ore de Le Mans 1962, ma restò impresso il potenziale tecnologico espresso.
La macchina è l'anticipo sul modello che entrerà nella storia ovvero la 250 Gto.


 

Michele Alboreto ...
Un uomo che con il suo carattere e la sua professionalità rimarrà nel cuore di tutto il mondo sportivo.
Questo dipinto in B/N ,è dedicato alla splendida cavalcata del 1997,vinta in coppia con Kristensen e Johansson sulla Porshe TWR WSC 95. 

Ricordo che il pilota milanese peri' durante un test a bordo di un prototipo Audi nel 2001, proprio alla vigilia della maratona francese.


Porsche ,Le mans , corse di durata , questo dipinto rende omaggio alla partecipazione nel 1971. La porsche si presenta sul circuito della Sharte con l'intento di bissare il successo finalmente raggiunto nel 1970.
Alfa Romeo e Ferrari non scendono in campo ufficialmente .
Ferrari , si affida ai team privati che promuovono la versione 512 .
Per la casa di Stoccarda tutto sembra molto più semplice .
Cosi' però non e', difatti mentre i team Martini e Gulf inviano veri mostri di potenza le 917 coda lunga
(Jackie Oliver raggiunge i 400 km /h nei test di aprile ) si dimostreranno molto fragili alla distanza ritirandosi tutte .
Il successo arriverà da un modello noto .La 917 vers. corta del team Martini, con i piloti H.Marko - G. Van Lennep.
Da notare nel dipinto , un modello che entrerà di diritto nella storia del marchio .La 917 nr. 23 detta "Maialino rosa" .

 

 


Nel 1968 Alfa Romeo combatte tutta la stagione contro gli squadroni Porsche e Ford Gt 40.

La stagione inizia con la trasferta americana a Daytona, facendo una bella figura.

Ma l'avvenimento clou è Le Mans . La maratona francese e' spostata a settembre a causa delle elezioni di giugno .

Flagellata dal maltempo , l'edizione del 1968 sarà comunque una corsa stupenda e  l'Alfa 33 promuove un versione " lunga " d' 2.0 con motore 8 V .

Tutti aspettano il monologo Porsche , ed invece a sorpresa la spuntano la Ford .

Il modello Gt 40 del team Gulf , conferma la sua resistenza sulla distanza,vincendo la gara con piloti di grande spessore come P.Rodriguez e L .Bianchi.

Questo dipinto rende omaggio all'impegno profuso dalla casa del biscione che piazzò tre vetture sulle 4 partenti al  4° , 5° , 6°  posto della classifica generale .

Quella raffigurata pilotata dai bravissimi I.Giunti e  N.Galli , arrivò 4°.



 


Nel 1964 Caroll Shelby decide di imporre il suo pensiero sportivo nel mondo internazionale delle corse.
Conosciuto per il modello Ac 264 , scende in campo il mod. Daytona. debutta in europa  a Spa - Francorchamps alla 500 km  di Spa  con alla guida P. Hill  il quale riporta  un mesto ritiro.....Ma saranno solo " capricci " di gioventu ' ..
Shelby nasce come pilota. Tra l'altro guidò Ferrari e Aston Martin con la quale nel 1959 porta al successo storico la DBR 1  in coppia con Roy Salvadori , proprio a Le Mans .
Con questo modello , la Daytona esordira' con successo alla maratona francese di quell'anno, affidandola a piloti del calibro come P.hill , D.Gurney, B. Bondurant, terminando la corsa al 5° posto.
Questo dipinto nasce per render omaggio a questo personaggio che di diritto resterà nella storia del motorismo mondiale.

 


Jaguar...Le Mans

Il marchio di Cowentry ha dato agli sportivi di tutto il mondo , pagine di storia splendide ed epiche.
Questo dipinto e' un omaggio al ritorno al successo sul circuito della Sarthe , avvenuto nel 1988 con
il mod . XJR 88 .
A meta' degli anni 80 (19859 il marchio inglese ,con il supporto di Tom Walkinshaw decide di scendere in campo per provare a contrastare il domino Porsche nell'avventura agonistica delle corse di durata.
Nel 1985 Porsche, Lancia e Sauber infiammano le gare con duelli molte volte sul filo del rasoio.Dal 1986 i risultati non tardano ad arrivare, dominando in lungo ed in largo il mondiale riservato agli spot prototipi.
Vincono un po' dappertutto, ma non a Le Mans. Dopo vari tentativi , solo nel 1988 dopo un feroce duello contro i rivali tedeschi , ottengono l'exploit, grazie all'equipaggio  Lammers -Dumfreis - Wallace

 


Teo Fabi

Milanese .. e' stato uno dei grandi " nouvelle vougue " del motorismo italiano nel mondo, tra gli anni 70 /80.

F.3.. F.2..F.1.. Indy .. Sport prototipi.. per Teo Fabi , questo dipinto e' dedicato alla sua ultima 24 ore di Le Mans del 1992 , edizione tra le più povere di iscritti  e corsa sotto un diluvio dall' inizio alla fine  ...a bordo .

Della bella quanto sfortunata Toyota ts 010

 


Nel 1966 tra gi iscritti al mondiale prototipi compare la figura del texano Jim Hall e delle sue vetture :

Chaparrall.

Questa vettura denominata Mod. 2D e pilotata da  P.Hill e  J. Bonnier .

La vettura , poco maneggevole , montava un motore Ford 8 cil a V arrivando ad aggiudicarsi nello stesso anno la 1000 km del Nurburgring.

Il pensiero , in quegli anni era battere la Ferrari.

Questo dipinto dedica alla scuderia texana , la trasferta poco fortunata , alla 24 ore di Le Mans 1966.

Infatti , afflitta da non pochi problemi .. la vettura fu costretta all'abbandono

 


Jacky Ickx .

Parlare di Ickx e' sempre molto bello ed appagante .

Bisogna dire che sul campione belga e' già stato scritto e parlato moltissimo.

Denominato "mister le mans " per le sue numerose vittorie nella più dura gara del mondo.

Questo dipinto e' un ricordo del suo ritorno alla vittoria alla 24 ore .Dopo la prima del 1969 a bordo della Gt 40 ...

Nel 1975 in coppia con un 'altro grandissimo ... Derek Bell.

La vettura raffigurata e ' la Mirage Gulf . questa vittoria e' il ritorno alla vittoria di un' altro grande personaggio delle corse ... John Wier , il quale con David Yorke primeggiarono con le mitiche Gt 40 e 917  , fregiate del mitico marchio Gulf.

 


Dipinto in b/n dedicato al ritorno alla vittoria a Le Mans della Jaguar , nel 1988

 

 


Massimiliano Papis ..
Max per gli appassionati, e' stato parte vincente e fondamentale del team Corvette ufficiale negli 2000.

Grazie al suo prestigio ed alla sua professionalità ha affiancato piloti del calibro di Fellow ,Gavin e Magnussen , con i quali si e' distinto anche nel panorama motoristico Usa.

Varesino, ma da un po' di anni naturalizzato americano.

Ha un palmares di grande rispetto avendo corso con onore in svariate categorie,non ultima la F1 nel 1995.

Il dipinto e' un ricordo alla sua partecipazione del 2007 con la splendida Corvette c6 .

 


Porsche ,  Martini Racing  , Le mans.

Un gruppo, una garanzia . Questo dipinto e' dedicato ad una delle piu' belle Porsche dipinte dalla Martini Racing : la versione coda lunga 917 , la quale nell' edizione del 1971 ,con piloti di successo come Vic Elford ed Gerard Larrousse , (grandi specialisti delle gare di durata...) provarono ad ostacolare le sorelle gemelle del team Gulf , senza fortuna ,dovendosi ritirare anche loro per problemi  tecnici .

Elford e Larrousse .. comunque nella stagione 1971 , ebbero altre occasione di potersi rifare, vincendo la 1000 km. del Nurburgring , a bordo della famigerata 908 sempre del team Martini

 


Questo dipinto e' dedicato alla sfortunata partecipazione dell'Alfa Romeo alla 24 ore di Le Mans nel 1952.

Il modello raffigurato e' quella che fece "meno strada " di tutte .

Pilotata dal grandissimo J.M. Fangio in coppia con il suo fraterno amico Onofre Marimon , dovette abdicare

Alla 3 ora . Flagellate da numerosi problemi tecnici , anche le alre 2 compagne di avventura , subirono analoga sorte .

 


 

L'edizione della 24 ore di Le Mans 1999 passerà alla storia per i problemi di stabilità aereodinamica delle Mercedes .

Ben 3 decolli si verificarono. Due con l'attuale pilota di F.1 M. Webber ed uno con P. Dumbreck.

Assente la Porshe .. la lotta per la vittoria sembrò affare tra 2 colossi dell'automobilismo :

Toyota Gt one e Mercedes Clr .

Ma Le Mans e' Le Mans , e come la storia insegna , non sempre la vittoria sorride ai piu' forti.

Tra la sorpresa generale , il trionfo porta un altro marchio ben noto agli appassionati : .la BMW .

Scesa in campo in forma ufficiale , con una vettura molto elegante e spinta da un potente V12 . L'equipaggio composto da :P.L. Martini - Y. Dalmas - J. Winkelhock la punta dopo una gara regolare e senza particolari problemi.

Per il pilota italiano , romagnolo doc , e' un successo di prestigio che rilancia l'immagine dell'italia nel mondo dello sport.
Prestigio sopratutto per il marchio bavarese che,dopo tanti successi dati alla tecnologia ed allo sport , finalmente ottiene quel trionfo sognato per lunghi anni.

 


Il 1974 e' l'anno del duello tra le Alfa Romeo e le Matra Simca ms 670C

La rivalita' sportiva e' altissima e il mondiale e' molto impegnativo. Tra gli outsaider di qell'anno , partecipava anche la Porsche con il modello Carrera rsr turbo , sponsorizzata ufficialmente dalla Martini Racing .
Alla 24 ore del 1974 l'Alfa Romeo non partecipa ,e come da pronostico , per la casa francese Matra si ipotizza una corsa senza particolari problemi .

Invece ...24 ore sono lunghe e i problemi dietro l'angolo.

Dopo numerosi problemi tecnici di varia natura in casa Matra

Con questo modello , la Porsche tenne col fiato sospeso i migliaia di tifosi transalpini fino a poche ore dalla conclusione della gara.

Regolare e sopratutto guidata da piloti espertissimi quali H.Muller - G.V.Lennep , la casa di Stoccarda si piazzò al 2° posto .

Per dovere di cronaca la corsa venne vinta dai grandi H. Pescarolo e G. Larrousse su Matra Simca670C

Per la Martini Racing la conferma di esser ormai parte integrata delle corse automobilistiche.